ATTENZIONE: stai consultando la versione GRATUITA della banca dati. Per accedere alla versione completa abbonati subito

Struttura
  • PROVVEDIMENTO

    • EPIGRAFE

      Decreto Legge 2018 - LEGGE 23 ottobre 2018, n. 119 (in Gazz. Uff., 23 ottobre 2018, n. 247). - Decreto convertito, con modificazioni dalla Legge 17 dicembre 2018, n. 136. - Disposizioni urgenti in materia fiscale e finanziaria. (DECRETO FISCALE) (A)

      __________

      (A) In riferimento all'audizione dell'ANCI presso la Commissione Finanze e tesoro del Senato,   all'elenco emendamenti al “Decreto Fiscale”  e alla proposta ANCI di riforma alla riscossione locale, vedi: Nota IFEL - Istituto finanza economia locale 06/11/2018 n. 156609.



    • ARTICOLO N.6

      Definizione agevolata delle controversie tributarie (A)

    • 1. Le controversie attribuite alla giurisdizione tributaria in cui e' parte l'Agenzia delle entrate, aventi ad oggetto atti impositivi, pendenti in ogni stato e grado del giudizio, compreso quello in Cassazione e anche a seguito di rinvio, possono essere definite, a domanda del soggetto che ha proposto l'atto introduttivo del giudizio o di chi vi e' subentrato o ne ha la legittimazione, con il pagamento di un importo pari al valore della controversia. Il valore della controversia e' stabilito ai sensi del comma 2 dell'articolo 12 del decreto legislativo 31 dicembre 1992, n. 546.

      1-bis. In caso di ricorso pendente iscritto nel primo grado, la controversia puo' essere definita con il pagamento del 90 per cento del valore della controversia 1.

      2. In deroga a quanto previsto dal comma 1, in caso di soccombenza dell'Agenzia delle entrate nell'ultima o unica pronuncia giurisdizionale non cautelare depositata alla data di entrata in vigore del presente decreto, le controversie possono essere definite con il pagamento:

      a) del 40 per cento del valore della controversia in caso di soccombenza nella pronuncia di primo grado 2;

      b) del 15 per cento del valore della controversia in caso di soccombenza nella pronuncia di secondo grado 3.

      2-bis. In caso di accoglimento parziale del ricorso o comunque di soccombenza ripartita tra il contribuente e l'Agenzia delle entrate, l'importo del tributo al netto degli interessi e delle eventuali sanzioni e' dovuto per intero relativamente alla parte di atto confermata...

    please wait

    Caricamento in corso...

    please wait

    Caricamento in corso...