ATTENZIONE: stai consultando la versione GRATUITA della banca dati. Per accedere alla versione completa abbonati subito

Struttura
  • PROVVEDIMENTO

    • Testo vigente
    • EPIGRAFE

      Decreto Legge 2003 - LEGGE 30 settembre 2003 n.269 (in Suppl. ordinario n. 157 alla Gazz. Uff., 2 ottobre, n. 229). - Decreto convertito, con modificazioni, in legge 24 novembre 2003, n. 326. - Disposizioni urgenti per favorire lo sviluppo e per la correzione dell'andamento dei conti pubblici (1) (2) (A).

      (1) Per la trasformazione della Cassa depositi e prestiti in società per azioni, in attuazione del presente decreto- legge, vedi il D.M. 5 dicembre 2003.

      (2) Vedi, anche, l'articolo 1, comma 1098, della legge 27 dicembre 2006, n. 296.

      (A) In relazione al presente decreto vedi: Circolare INPDAP 23 dicembre 2011 n. 20.



    • ARTICOLO N.39

      (Altre disposizioni in materia di entrata)

      Vigente dal 29/01/2009

    • Art. 39

      1. Dalla data di entrata in vigore del presente decreto, la disposizione di cui all'articolo 3, comma 4, primo periodo, del decreto legislativo 26 ottobre 1995, n. 504, trova applicazione anche relativamente al pagamento delle imposte di consumo di cui all'articolo 62 del medesimo testo unico nonché, dalla data della relativa istituzione, del contributo di cui agli articoli 6 e 7 del decreto-legge 28 dicembre 2001, n. 452, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2002, n. 16. Per l'anno 2003, il decreto di cui all'articolo 3, comma 4, del decreto legislativo n. 504 del 1995 è adottato non oltre il 22 novembre dello stesso anno e l'acconto, di misura non inferiore al 98 per cento: a) per gli oli minerali, escluso il gas metano, relativamente alla seconda quindicina del mese di dicembre, è riferito all' accisa dovuta per i prodotti immessi in consumo nel periodo dall' 1 al 15 dicembre; b) per i prodotti di cui all' articolo 62 del citato decreto legislativo n. 504, relativo al mese di dicembre, è riferito all'imposta dovuta per le immissioni in consumo relative al mese di novembre (1) .

      2. L'Agenzia delle entrate provvede alla riscossione dei crediti vantati dagli enti pubblici nazionali individuati con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, da emanarsi entro il 30 novembre 2003. Le modalità di riscossione, i termini di riversamento agli enti delle somme incassate, nonché il rimborso degli oneri sostenuti dall' Agenzia, sono disciplinati da apposita convenzione approvata con decreto del Ministero dell'economia e delle finanze. Restano impregiudicate le attribuzioni degli enti titolari dei crediti quanto alla facoltà di concedere rateazioni e dilazioni ai sensi della normativa vigente, nonché, in caso di mancato spontaneo pagamento del debitore, alla formazione dei ruoli ai fini della riscossione coattiva.

      ...

    please wait

    Caricamento in corso...

    please wait

    Caricamento in corso...