ATTENZIONE: stai consultando la versione GRATUITA della banca dati. Per accedere alla versione completa abbonati subito

Struttura
  • PROVVEDIMENTO

    • EPIGRAFE

      Decreto Legge 2010 - LEGGE 31 maggio 2010 , n. 78 (in Suppl. ordinario n. 114 alla Gazz. Uff., 31 maggio 2010, n. 125). - Decreto convertito, con modificazioni, in legge 30 luglio 2010, n. 122 - Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitivita' economica (MANOVRA ECONOMICA 1 - DECRETO ANTICRISI) (A).

      (A) In riferimento al presente decreto, vedi anche: Circolare ENPALS 6 settembre 2010, n. 10; Nota del Ministero dell'Istruzione, della Università e della Ricerca n. 7177 8 ottobre 2010; Circolare Ministero della Difesa del 1 dicembre 2010; Circolare INPS 31 dicembre 2010, n. 169; Circolare INPS 31 dicembre 2010, n. 170; Circolare INPS 31 dicembre 2010, n. 171; Circolare INPS 31 dicembre 2010, n. 172; Circolare INPS 10 febbraio 2011, n. 32 Circolare del Ministero dell'Economia e delle Finanze 15 febbraio 2011, n. 4/E,Circolare INPS 4 maggio 2011, n. 72e Risoluzione del Ministero dell'Economia e delle Finanze 26 luglio 2011, n. 74/E; Circolare INPS 10 ottobre 2011, n. 131; Circolare INPS 10 ottobre 2011, n. 130; Messaggio - INPS 21 ottobre 2011 n. 20062; Circolare - INPS 28 novembre 2011 n. 141; Circolare - INPS 28 ottobre 2010 n. 140; Circolare Ministero dell'Economia e delle Finanze 18 novembre 2011 n. 7/T;Messaggio INPS 22 novembre 2011 n. 21964; Circolare INPS 22 novembre 2011, n. 148; Messaggio INPS 01 dicembre 2011 n. 22673; Circolare INAIL 12 gennaio 2012 n. 3; Circolare INPS 30 dicembre 2011 n. 174; Messaggio INPS 30 gennaio 2012 n. 1648; Circolare Ministero dell'Economia e delle Finanze 15 febbraio 2012 n. 2/E; Risoluzione Ministero dell'Economia e delle Finanze 27 febbraio 2010 n. 19/E; Circolare Inps 14 marzo 2012 n. 35;Circolare Inps 21 marzo 2012 n. 42; Circolare Inps 27 marzo 2012 n. 45; Circolare Inps 21 marzo 2012 n. 41; Circolare Inps 18 aprile 2012 n. 56; Risoluzione Ministero dell'Economia e delle Finanze 27 aprile 2012 n. 42/E; Circolare Inps 27 aprile 2012 n. 58; Circolare Inps 23 maggio 2012 n. 73; Circolare Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 30 maggio 2012 n. 15241; Risoluzione Ministero dell'Economia e delle Finanze 07 giugno 2012 n. 55/E; Risoluzione Agenzia delle Entrate 20 luglio 2012 n. 78/E; Circolare Inps 27 luglio 2012 n. 102; Circolare Inail 14 settembre 2012 n. 43; Circolare Inps 19 settembre 2012 n. 116; Circolare Inps 27 settembre 2012 n. 117; Messaggio INPS 09 novembre 2012 n. 18296; Circolare Inail 13 novembre 2012 n. 62; Circolare Inps 19 dicembre 2012 n. 144; Nota Ministero dello Sviluppo economico 04 gennaio 2013 n. 1066; Circolare Inail 31 gennaio 2013 n. 9; Circolare Inail 11 aprile 2013, n. 19; Circolare INAIL 27 giugno 2013, n. 34; Circolare INPS 07 agosto 2013, n. 126; Circolare Ministero dello Sviluppo economico 01 luglio 2014, n. 3671; Circolare INPS 15 maggio 2015, n. 99.

      Contenuto riservato agli abbonati
      Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo


    • ARTICOLO N.31

      (Preclusione alla autocompensazione in presenza di debito su ruoli definitivi)


    • Art. 31

      1. A decorrere dal l° gennaio 2011, la compensazione dei crediti di cui all'articolo 17, comma 1, del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, relativi alle imposte erariali, e' vietata fino a concorrenza dell'importo dei debiti, di ammontare superiore a millecinquecento euro, iscritti a ruolo per imposte erariali e relativi accessori, e per i quali e' scaduto il termine di pagamento. In caso di inosservanza del divieto di cui al periodo precedente si applica la sanzione del 50 per cento dell'importo dei debiti iscritti a ruolo per imposte erariali e relativi accessori e per i quali e' scaduto il termine di pagamento fino a concorrenza dell'ammontare indebitamente compensato. La sanzione non puo' essere applicata fino al momento in cui sull'iscrizione a ruolo penda contestazione giudiziale o amministrativa e non puo' essere comunque superiore al 50 per cento di quanto indebitamente compensato; nelle ipotesi di cui al periodo precedente, i termini di cui all'articolo 20 del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472, decorrono dal giorno successivo alla data della definizione della contestazione. E' comunque ammesso il pagamento, anche parziale, delle somme iscritte a ruolo per imposte erariali e relativi accessori mediante la compensazione dei crediti relativi alle stesse imposte, con le modalita' stabilite con decreto del Ministero dell'economia e delle finanze, da emanare entro 180 giorni dall'entrata in vigore del presente decreto. I crediti oggetto di compensazione in misura eccedente l'importo del debito erariale iscritto a ruolo sono oggetto di rimborso al contribuente secondo la disciplina e i controlli previsti dalle singole leggi d'imposta.. Nell'ambito delle attivita' di controllo dell'Agenzia delle entrate e della Guardia di finanza e' assicurata la vigilanza sull'osservanza del...

      Contenuto riservato agli abbonati
      Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo

    Prassi correlata (visualizza tutto)

    Commentario Iva (visualizza tutto)

    please wait

    Caricamento in corso...

    please wait

    Caricamento in corso...